Il Giuslavorista – Licenziamento per giustificato motivo oggettivo

Il Giuslavorista – Licenziamento per giustificato motivo oggettivo

0 Commenti

Pubblicato un nuovo articolo redatto dagli avvocati dello Studio Legale Lavizzari sul portale il Giuslavorista 

 

Licenziamento per giustificato motivo oggettivo: l’obbligo di repêchage non comporta il dovere di formazione professionale a carico del datore di lavoro

In caso di licenziamento per giustificato motivo oggettivo, l’obbligo di repêchage comporta l’obbligo del datore di lavoro di proporre al lavoratore di ricoprire, ove esistenti, le mansioni anche inferiori dell’organigramma aziendale compatibili con il bagaglio professionale del dipendente ovvero già svolte, contestualmente o in precedenza, con esclusione di un obbligo del datore di fornire al lavoratore ulteriore formazione professionale.

di Gianluca Lavizzari, Valentina Maria Manzotti

 

Per leggere gli approfondimenti è necessario effettuare l’accesso al sito.

Il contenuto integrale è riservato solo agli utenti abbonati.

Potrebbe interessarti anche

Inserisci un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Accetto la Privacy Policy