Il Giuslavorista – Limiti all’esercizio del diritto di critica del rappresentante sindacale

Il Giuslavorista – Limiti all’esercizio del diritto di critica del rappresentante sindacale

0 Commenti

Pubblicato un nuovo articolo redatto dagli avvocati dello Studio Legale Lavizzari sul portale il Giuslavorista 

 

Limiti all’esercizio del diritto di critica del rappresentante sindacale: legittimo il licenziamento per condotte lesive dell’immagine e della dignità datoriale

Il licenziamento del rappresentante sindacale che sui social, rivolgendosi al datore di lavoro, utilizza frasi volgari, denigratorie e prive di qualsivoglia finalità di divulgazione dell’attività sindacale, è legittimo e privo di carattere discriminatorio e/o lesivo della libertà sindacale. Il delegato sindacale, nell’esercizio del diritto di critica, è tenuto al rispetto dei limiti di continenza formale e sostanziale, oltre che della finalità di esercizio dell’attività sindacale.

di Gianluca Lavizzari, Valentina Maria Manzotti

 

Per leggere gli approfondimenti è necessario effettuare l’accesso al sito.

Il contenuto integrale è riservato solo agli utenti abbonati.

Potrebbe interessarti anche

Inserisci un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Accetto la Privacy Policy